Paesaggi elettronici | Ed. 2016

Sabato 15 e domenica 16 ottobre 2016 il MACRO - Museo d'Arte Contemporanea Roma ospiterà l'evento proiettivo Paesaggi elettronici, nell'ambito del programma Fuori Quadriennale della 16a Quadriennale d’arte. Il progetto è direttamente ideato e progettato dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali - MACRO e dall’Accademia di Belle Arti di Roma. E’ curato da Claudio Crescentini, Tiziana D’Acchille, Teresa Macrì, Lea Mattarella, Federica Pirani e Gabriele Simongini. Alcuni fra i più promettenti giovani artisti selezionati nelle principali Accademie italiane daranno vita a videoproiezioni e videoinstallazioni diffuse nel foyer, nell’Auditorium e nello Spazio Area del MACRO.

MACRO MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA ROMA

All'interno della realtà culturale capitolina, il MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma è riuscito nel tempo a crearsi una specifica e autonoma fisionomia nazionale, con aspirazione all'internazionalità. MACRO, museo del sistema Musei in Comune della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, è ormai considerato un punto di riferimento dell’arte contemporanea pubblica a Roma al quale gli operatori del settore, ma anche il grande pubblico, si rivolgono per le loro proposte di mostre ed eventi o per la semplice raccolta di informazioni aggiornate. Il MACRO è un centro per l’arte contemporanea che intende diventare sempre più polivalente, conservando la propria identità cittadina e rafforzando il coinvolgimento e il rapporto con la comunità, in tutti i suoi settori artistici, culturali e intellettuali.

MUSEO NELLA CITTÀ

Con l’obiettivo di tessere un nuovo e più proficuo rapporto con Roma, con la sua comunità artistica e con i suoi cittadini, all'interno della nuova programmazione del MACRO sono coinvolti artisti romani di diverse generazioni che si sono distinti per la qualità del loro lavoro, meritando così l’attenzione istituzionale. Dai maestri del secondo Novecento agli artisti emersi negli anni Novanta, fino alle ultime generazioni della Street Art. La localizzazione delle sedi del MACRO, in Via Nizza e a Testaccio, costituiscono un punto di partenza straordinario per lavorare alla creazione di un ponte tra Centro e Periferia nella città attraverso l’arte contemporanea. L’attenzione alla “ricucitura” con le Periferie  passa anche attraverso la collaborazione con le realtà già presenti sul territorio cittadino, dalle associazioni alle fondazioni, fino ai musei spontanei che animano i quartieri meno coinvolti nella vita culturale della città.

MUSEO NEL MONDO

Nei suo spazi espositivi di MACRO Via Nizza, così come quelli di MACRO Testaccio sono realizzate alcune mostre di artisti stranieri che hanno maturato una relazione speciale con Roma. Artisti che frequentano le numerose accademie straniere presenti in città, artisti che vivono o hanno vissuto a Roma per un certo periodo e possono arricchire il panorama culturale cittadino con le loro proposte.

Attraverso la partecipazione alle iniziative del MACRO, il pubblico dei cittadini residenti e dei visitatori stranieri può sperimentare una finestra aperta sul mondo, sulle sue tendenze culturali e sui suoi principali protagonisti. Ma può anche ammirare opere di artisti internazionali che hanno guardato a Roma come punto nevralgico della cultura del Novecento e del nostro secolo.

MUSEO DEL NOSTRO TEMPO

Il MACRO valorizza la propria collezione d’arte attraverso una serie di mostre tematiche e una serie di scambi con le altre realtà museali, con una particolare attenzione alle istituzioni che appartengono alla Sovrintendenza Capitolina, a partire da quelli all’interno del nuovo polo dei Musei d’Arte Moderna e Contemporanea.

Le opere della collezione vengono esposte in un proprio spazio definito e permanente, denominato Sale Collezione, all'interno dell’ala storica del MACRO di via Nizza. In questo modo si tenta di ridisegnare l’identità del museo come luogo di riflessione e conservazione della memoria verso il futuro, con un’attenzione particolare alla possibilità di arricchire la collezione stessa del MACRO grazie a donazioni e/o comodati d’uso da parte di artisti e collezionisti privati.

Il pubblico degli appassionati è invitato a partecipare alle iniziative online e ai numerosi eventi che vengono programmati nelle sale del museo: da conferenze dedicate alla Storia dell’Arte Contemporanea agli incontri con gli artisti e gli operatori del settore sul multilinguismo dell’arte del XX e XXI secolo, mediante l’analisi e i confronti fra diverse tecniche, stili e linguaggi: dal cinema alla fotografia, dalla videoart al teatro, fino alla danza e alla performance. Dalla pittura alla scultura, dalla graphic alla street art, all'interno delle singole conferenze saranno anche proiettati brani d’interviste televisive originali agli artisti. Al MACRO si presentano libri, lectures e proiezioni per offrire alla città un variegato e continuo programma di appuntamenti che puntano ad allargare il pubblico a tutte le categorie e le generazioni, compresa quella 2.0. Tutte le attività sono accompagnate da un intenso programma didattico messo a disposizione delle scuole e degli adulti, attraverso laboratori, workshop con gli artisti e iniziative volte all'approfondimento dei temi proposti da ciascuna mostra.



EVENTI IN PROGRAMMA
    1. MACRO
      Project Room #1 e #2
    2. 14 - 30 ottobre 2016
    1. Fuori Quadriennale

      progetto della Sovrintendenza Capitolina

    2. 15 e 16 ottobre 2016, ore 18:00-22:00