ROMAEUROPA FESTIVAL 2016 | Ed. 2016

21 spazi, 524 artisti, tra cui 34 compagnie per la prima volta al REF, 160 giorni di attività inclusa l’anteprima estiva del festival, 51 appuntamenti dedicati alla creazione contemporanea  di cui 29 in prima italiana per un totale di oltre 40.000 posti in vendita agli spettacoli: sono i numeri della 31° edizione del Romaeuropa Festival che dal 21 settembre al 3 dicembre anima 21 spazi della capitale con il titolo Portati Altrove.

 

Attraverso i suoi percorsi multidisciplinari tra musica, teatro, danza, nuovo circo, arti visive e nuove tecnologie, anche per questa nuova edizione, Romaeuropa invita nella capitale grandi artisti internazionali coinvolgendo un numero sempre più ampio di pubblico.

 

Dopo l’inaugurazione con il coreografo d’origine israeliana e di adozione inglese, Hofesh Shechter, tanti gli spettacoli in programma con i quali “portarsi altrove” insieme al Romaeuropa. Tra questi: la grande danza con Wim Vandekeybus che riallestisce il suo In Spite of Wishing and Wanting sulle musiche originali di David Byrne, Anne Teresa De Keersmaeker sulle note di Steve Reich per Rain; il nuovo circo con il visionario Pierre Rigal, la vulcanica energia di Les 7 doigts e la magia digitale di Adrien M & Claire B; il grande teatro con la “maratona Shakespeare” di Forced Entertainment, Guy Cassiers, Giorgio Barberio Corsetti, Daria Deflorian e Antonio Tagliarini; la ricerca musicale tra elettronica e cantautorato con Ben Frost che in Music For Sòlaris insieme all’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia incontra le immagini di Brian Eno a partire dal celebre film di Tarkovskij; Colapesce, Dimartino + Fabrizio Cammarata; Chassol, il repertorio musicale ebraico reinterpretato da Raiz; la musica contemporanea tra immagini e sperimentazione con Tempo Reale, CRM,  Lucia Ronchetti e Alvin Curran.

 

Ancora,  uno sguardo verso il futuro con Digitalife, la sezione del festival dedicata all’incontro tra arte e nuove tecnologie, e un dialogo tra contemporaneità e passato attraverso la collaborazione con la Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma, per portare la creazione artistica negli spazi storici  più suggestivi della capitale.


Completano questo percorso, i progetti di formazione, gli incontri con gli artisti, i live sulle pagine social di Romaeuropa e gli speciali televisivi di RAI, partner del festival, che con i suoi canali offre a Romaeuropa nuove possibilità di approfondimento e divulgazione.

 

 

FB:facebook.com/romaeuropa
TW: @Romaeuropa

EVENTI IN PROGRAMMA